Future Built on Knowledge

Fiemme, dal legno ai diamanti. Quale futuro per i talenti di un territorio di confine che investe in innovazione e ricerca?

June 12, 2017

Dalle foreste della Val di Fiemme nascono innovazioni, prodotti e progetti capaci di conquistare mercati internazionali anche in un settore – come quello dei diamanti - molto diverso da quelli che siamo abituati se pensiamo alle montagne e ai boschi fiemmesi.

Questo il tema al centro di un dialogo aperto tra il mondo dell’imprenditoria, della ricerca, dell’istruzione e della politica che andrà in scena il prossimo 13 giugno a partire dalle ore 17.30 presso la sala della Magnifica Comunità di Fiemme a Cavalese.

Dopo il saluto dello Scario della Magnifica, Giacomo Boninsegna, e del Sindaco di Cavalese, Silvano Welponer, sarà affidata al Presidente di FBK, Francesco Profumo una riflessione iniziale su come investendo in ricerca, anche a kilometro zero, si possa innovare e superare la dimensione territoriale, creando prodotti in grado di diventare veri e propri gioielli a livello nazionale ed internazionale.

L’incontro pubblico, ospiterà poi la testimonianza su un caso virtuoso di collaborazione ricerca-impresa locale, un brevetto nato per esplorare una materia prima inaspettata come il diamante, che si sta affermando in breve tempo fra i casi di eccellenza dell’innovazione “made in Fiemme”.

Progetto e tecnologia made in Italy, velocità di lettura del colore del diamante con i parametri dei tre principali laboratori al mondo. È il colorimetro per diamanti EOS, il nuovo strumento realizzato da Gemchrom, l’azienda di Cavalese che opera nel settore dei macchinari per le pietre preziose in collaborazione con il Centro di Ricerca sui Materiali e Microsistemi della Fondazione Bruno Kessler, Eoptis e l’azienda fiemmese Gemmarum.

Lo strumento, grazie ad un ampio display touch, un’innovativa sorgente luminosa e uno speciale centratore meccanico è in grado di fornire contemporaneamente il colore del diamante sulla base dei parametri dei tre principali istituti al mondo per la classificazione delle pietre preziose (GIA, IGI e HRD) e la relativa fluorescenza. “Il prodotto è stato ideato, progettato e sviluppato interamente in Trentino ed è la dimostrazione concreta di come si possano realizzare prodotti competitivi sul mercato internazionale senza delocalizzare ma mettendo insieme le eccellenze del territorio”, dicono Valentino Proietti e Andrea Vaia, rispettivamente amministratore di Gemchrom e amministratore della Gemmarum che ne cura la commercializzazione. “La nostra decennale esperienza nel mondo dei diamanti e delle pietre colorate ci ha portato ad intercettare le esigenze degli operatori del settore e a mettere a punto un progetto già testato con esito positivo sulle principali piazze internazionali come Anversa e Hong Kong. FBK è stato un partner fondamentale per lo sviluppo del colorimetro che oggi è il primo strumento interamente ideato e realizzato in Italia”.

Seguirà infine una tavola rotonda moderata dal giornalista Stefano Voltolini che affronterà il tema di innovazione e opportunità per i giovani in un dialogo a più voci fra Lorenzo Biasiori, Dirigente Istituto di Istruzione “La Rosa Bianca”, Giovanni Bort, Presidente Seac, Giulia e Lorenzo Delladio, La Sportiva SpA, Mauro Gilmozzi, Assessore alle infrastrutture e all’ambiente, Provincia autonoma di Trento, Alfredo Maglione, Presidente Eoptis e Gruppo Optoi, Francesco Profumo, Presidente Fondazione Bruno Kessler.

L’evento, la cui entrata è libera e gratuita, è aperto a tutti ma dedicato in maniera particolare ai giovani che potranno avere una panoramica sulle opportunità professionali che la Valle di Fiemme offre. Il convegno è organizzato, voluto e promosso dall’Apt, con la partecipazione degli imprenditori di Fiemme Piace, la rete di imprese e liberi professionisti della Val di Fiemme, e dalla FBK.

 

Agenda dell’evento

Saluti istituzionali:

Giacomo Boninsegna, Scario della Magnifica Comunità di Fiemme

Silvano Welponer, Sindaco di Cavalese

 

Introduce:

Stefano Voltolini, Corriere del Trentino

 

Intervengono:

Francesco Profumo, Presidente Fondazione Bruno Kessler

Ricerca e territori: la ricerca come motore di open innovation per l’imprenditoria locale

Valentino Proietti e Andrea Dezulian, Gemchrom

Daniele Covi, Eoptis

Storia di come nasce un’idea innovativa che allarga il portfolio territoriale: EOS il colorimetro per diamanti nato in Val di Fiemme.

 

Tavola rotonda

Modera: Stefano Voltolini, Corriere del Trentino

Lorenzo Biasiori, Dirigente Istituto di Istruzione “La Rosa Bianca”

Giovanni Bort, Presidente Seac

Giulia Delladio, Strategic Marketing Coordinator, La Sportiva SpA

Lorenzo Delladio Presidente La Sportiva Spa

Mauro Gilmozzi, Assessore alle infrastrutture e all’ambiente, Provincia autonoma di Trento

Alfredo Maglione, Presidente Eoptis e Gruppo Optoi

Francesco Profumo, Presidente Fondazione Bruno Kessler

Foto credits: cover Newspower – Trentino Marketing


Autore/i