Future Built on Knowledge

L’investimento migliore in Bitcoin? Prendersi il tempo di studiarli

April 20, 2018

Blockchain, Bitcoin e criptovalute sono termini sulla bocca di tutti. In occasione di un seminario tenutosi presso la sala Stringa di FBK abbiamo parlato con alcuni esperti in tema per chiarirci un po’ le idee

Chi conosce poco dell’argomento si fa principalmente 2 domande: cosa sono i bitcoin e se sia conveniente investirci del denaro. Per rispondere a questi quesiti dovremmo però risolvere un’altra piccola questione: qual è la tecnologia che permette ai Bitcoin, o ad altre criptovalute, di esistere? La risposta, attualmente, è una sola: la blockchain. Rinviamo a wikipedia la definizione più formale, mentre lasciamo al Prof. Massimo Sala (Università di Trento), tra gli speaker del nostro seminario, la spiegazione più immediata: “La blockchain è una lavagna in cui tutti possono vedere e scrivere, ma in cui nessuno può cancellare o cambiare quello che viene scritto”. In sostanza un sistema utile a garantire l’integrità ed inattaccabilità dei dati.

Immaginiamo quindi una situazione in cui dobbiamo consegnare un assegno per comprare una macchina. Per farlo abbiamo bisogno di 3 attori: un venditore, un compratore ed un istituto bancario che ne garantisca valore e validità. Nel caso della blockchain ne bastano 2: compratore e venditore. La banca non è più necessaria, perché gli assegni sono resi validi dalla fiducia generata dai partecipanti della comunità. Chi aderisce alla blockchain può leggere e verificare le scritte lasciate sulla “lavagna”, per cui ogni transazione viene garantita da un sistema di fiducia generato tra pari. La crittografia è ciò che lega gli anelli della catena, rendendo sicuro il database che viene generato.

Con il sistema della blockchain si possono realizzare svariati progetti, alcuni già in atto, che prevedono l’annullamento di istituzioni intermediarie (es: identità digitale, contratti assicurativi, contratti immobiliari). Ma sono le criptovalute, e in particolare Bitcoin, a fare da traino per questa tecnologia. Ne abbiamo parlato con Alessandro Olivo, giovane co-fondatore dell’azienda inbitcoin e appassionato da sempre di criptovalute e blockchain. Gli abbiamo fatto un po’ di domande che troverete nel video qui di seguito, ma principalmente gli abbiamo chiesto qual è l’investimento migliore da fare in Bitcoin, e la sua risposta è stata: “studiarli e conoscerli“. Da una parte rimane l’amarezza di non avere avuto una soluzione pronta all’investimento, dall’altra ci portiamo a casa la consapevolezza che la conoscenza, come sempre, rimane l’unico investimento sicuro.


Autore/i