Future Built on Knowledge

Entra nel vivo il progetto “Esploratori della fotonica”

marzo 27, 2018

Nelle scorse settimane gli studenti coinvolti nel progetto hanno visitato la sede di Povo di FBK per seguire due seminari e visitare i laboratori di IRIS e IFN-CNR

È un periodo impegnativo per gli studenti degli istituti superiori “Galilei” e “Da Vinci” di Trento, “Rosmini” di Rovereto e “Degasperi” di Borgo Valsugana, coinvolti nel progetto “Esploratori della fotonica”, coordinato dall’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR e finanziato dalla Fondazione Caritro.

Dopo la prima giornata (il 6 marzo), mercoledì 14 si è tenuto presso FBK il secondo seminario in programma: Alberto Gola, responsabile del laboratorio IRIS (Integrated Radiation and Image Sensors) di FBK, ha affrontato con i ragazzi il tema “Sensori di radiazione in tecnologia microelettronica”. Sono poi seguite le visite ai laboratori di FBK, dove gli studenti hanno potuto approfondire alcuni concetti affrontati durante il seminario, vedendoli applicati nei laboratori di ricerca attraverso le presentazioni demo “I rivelatori di particelle : come misurare l’invisibile” e “Un nuovo mirino per sconfiggere i tumori”.

Come in occasione del primo seminario, tenuto il 6 marzo da Maria Bondani di IFN-CNR, gli studenti hanno visitato anche i laboratori di IFN-CNR approfondendo i temi “Ottica integrata: confronto tra fibre e guide di luce”, “Reticoli di diffrazione per sensoristica” e “Raggi X per caratterizzazione dei materiali”.

Spazio poi alla creatività dei ragazzi, che con i loro insegnanti (con cui hanno già iniziato un percorso presso gli istituti di appartenenza), dovranno realizzare e presentare semplici esperimenti legati al mondo della fotonica.

Le persone coinvolte nel progetto sono Claudia Dolci, Alessandra Potrich e Alberto Gola per FBK, Maurizio Ferrari, Andrea Chiappini e Cristina Armellini per CNR-IFN e Cristina Bianchi per IPRASE.


Autore/i