Future Built on Knowledge

FBK è con AIR – Allow Independent Road-testing

aprile 18, 2018

Una nuova alleanza globale promuove l’adozione volontaria di un sistema di valutazione e classificazione per le emissioni delle automobili su strada. L’obiettivo è ridurre gli effetti dannosi per la qualità dell’aria e il cambiamento climatico.

La Fondazione Bruno Kessler fa parte di AIR – Allow Independent Road-testing, una nuova alleanza globale volta a promuovere l’adozione volontaria di un sistema di valutazione e classificazione per le emissioni delle automobili su strada con l’obiettivo finale di ridurre gli effetti dannosi per la qualità dell’aria e il cambiamento climatico.

Il sistema di classificazione di AIR è basato sulle prove e sui dati forniti da Emissions Analytics (EA), una società indipendente leader nella misurazione delle emissioni con impianti di prova nel Regno Unito, in Germania e negli Stati Uniti. In particolare AIR renderà disponibili gratuitamente per tutti i risultati passati e futuri delle prove indipendenti sulle emissioni, in modo che ognuno possa effettuare scelte consapevoli. Il sistema di classificazione ripartisce i modelli di auto in otto categorie, in base a prove coerenti, in cui A è il punteggio assegnato all’auto più “pulita”, H all’auto con emissioni peggiori.

“La qualità dell’aria nelle principali capitali europee”, spiega il direttore di AIR Massimo Fedeli, “ha raggiunto livelli assolutamente inaccettabili e oggi ci troviamo davanti a un problema di difficile soluzione. I cittadini sono perplessi e i sindaci non hanno degli elementi concreti per poter regolare gli accessi nelle proprie città. Da qui nasce la necessità di creare AIR – Allow Independent Road-testing, un’alleanza no-profit che mette insieme i migliori centri di ricerca e istituti universitari europei”.

“La Fondazione Bruno Kessler ha aderito con molto entusiasmo all’iniziativa dell’Alleanza AIR”, sottolinea il segretario generale FBK Andrea Simoni, “perché il problema che affronta è molto importante e quanto mai attuale: combattere l’inquinamento generato soprattutto dalle automobili. La Fondazione ha sviluppato numerose tecnologie – analisi dei big data, deep learning, ma anche sensoristica – utili per controllare questo problema e per proporre soluzioni che possono aiutare a ridurre l’inquinamento. FBK quindi è lieta di mettere questo know-how a disposizione dell’Alleanza AIR, affinché possa dare indicazioni “super partes” ai costruttori, basandosi su una solida base di ricerca riconosciuta e affinata nel tempo”.

”HIT è stata funzionale al raggiungimento di questo importante obiettivo”, aggiunge il direttore Strategia di HIT Alessandro Commito, “creando l’opportunità attraverso il suo network di partner industriali nazionali ed internazionali, e sostenendo le negoziazioni tra AIR ed FBK che hanno condotto all’individuazione sia dei contenuti di ricerca scientifica sia di gestione con cui FBK contribuirà all’interno dell’Alleanza attraverso il suo ruolo”.


Autore/i