Future Built on Knowledge

Piero Angela il 21 maggio a Trento per la Bruno Kessler Lecture – come prenotare

April 16, 2018

In un incontro aperto alla cittadinanza, il noto divulgatore scientifico parlerà di come la tecnologia ha modificato e sta modificando la società. L’ingresso all’evento sarà gratuito e su prenotazione

UPDATE:
I biglietti sono andati esauriti in pochissimi minuti! Sarà comunque possibile seguire l’evento in diretta streaming (il link sarà disponibile qui).

Si avvicina l’appuntamento a Trento con Piero Angela, per la Bruno Kessler Lecture in programma lunedì 21 maggio alle 11.00 al Teatro Sociale.

In un incontro aperto alla cittadinanza, il noto divulgatore scientifico parlerà di come la tecnologia ha modificato e sta modificando la società, partendo dall’intelligenza artificiale, tema quest’ultimo scelto dalla Fondazione Bruno Kessler per caratterizzare le iniziative del 2018.

L’ingresso all’evento sarà gratuito e su prenotazione. Il biglietto si potrà riservare dalle ore 12.00 del 2 maggio 2018 al 13 maggio tramite Eventbrite seguendo le indicazioni che saranno riportate qui. – SOLD OUT – 

Il ritiro del biglietto cartaceo dovrà poi essere effettuato dal 16 al 19 maggio presso la cassa dell’Auditorium S. Chiara a Trento (negli orari di apertura). Eventuali posti rimasti liberi verranno assegnati il giorno stesso dell’evento a chi si presenterà al Teatro Sociale.

La Bruno Kessler Lecture è l’appuntamento istituzionale per eccellenza della Fondazione ed è tenuta annualmente da esperti invitati a trattare grandi temi di attualità anche per un pubblico di non specialisti.

La serie di incontri era stata inaugurata nel 2013 da Michael Spence, professore alla New York University e premio Nobel per l’Economia. Negli anni successivi erano poi intervenuti Jared Diamond, Premio Pulitzer per la Saggistica con “Armi, acciaio e malattie”, il matematico inglese Marcus du Sautoy, vincitore del Faraday Prize, Heiner Bielefeldt, Special Rapporteur alle Nazioni Unite e Roberto Viola, Direttore Generale di DG Connect della Commissione europea, che lo scorso anno aveva tenuto una relazione sull’Internet del futuro.


Autore/i