Future Built on Knowledge

Teologia e discriminazione razziale nella storia degli USA

May 29, 2017

Un VIDEO-messaggio del prof. Leo D. Lefebure su "Il Conflitto delle Innovazioni Sociali: Teologie, Imperi Cristiani e Moderne Costruzioni della Razza"

La tragica storia degli effetti delle innovazioni sociali cristiane sugli imperi e sull’oppressione razziale costituisce una sfida continua per la vita e il pensiero cristiano di oggi.

Mentre esistevano molte forme di dominio imperiale nell’antichità, il mondo antico non aveva una concezione di razza o una pratica di discriminazione razziale nel senso moderno del termine.

Una delle più importanti innovazioni sociali del mondo moderno è arrivata quando gli imperi cristiani europei cominciarono a conquistare il resto del mondo nel XV e XVI secolo elaborando i concetti moderni di razza che divisero il mondo in “bianchi”, “neri” e, negli Stati Uniti, “pelle rossa” (amerindiani indigeni) e “gialli” (dall’Asia orientale).

Per sostenere questa innovazione, i lettori razzisti della Bibbia videro nella cosiddetta maledizione di Cana in Genesi 9 un’autorizzazione alla brutale schiavitù di tutti gli africani di ogni generazione. Tuttavia, a partire dagli inizi del XVI secolo, altri cristiani condannarono con forza il maltrattamento e la schiavitù dei popoli indigeni delle Americhe e da metà secolo alcuni cristiani si opposero vigorosamente all’istituzione della schiavitù, lanciando uno dei più importanti dibattiti biblici nella storia mondiale.

Mercoledì 24 maggio 2017 presso il Centro per le Scienze Religiose della FBK, il Prof. Leo D. Lefebure ha brevemente esaminato questa eredità storica e ha discusso alcune delle più importanti innovazioni sociali cristiane del nostro tempo riguardo la lotta contro il razzismo e l’eredità del colonialismo.

Nella storia americana, la religione ha svolto diversi ruoli: talvolta ha promosso l’uguaglianza tra le razze, talaltra ha giustificato la disuguaglianza, la mancanza di rispetto e persino l’esclusione dei gruppi emarginati.

Oltre lo stereotipo dell’America come speranza di libertà e democrazia per tutto il mondo, si giunge a uno scenario più complesso e ambiguo della vita negli USA.

GUARDA il VIDEO


Autore/i