Future Built on Knowledge

L’arte di migrare

March 21, 2017

FBK-ISR è partner dell'iniziativa «L'arte di migrare» promossa dal Comune di Riva del Garda nell'ambito della XIII Settimana d’Azione contro il Razzismo dal 20 al 26 marzo.

Il Centro per le Scienze Religiose di FBK (ISR) contribuisce al caleidoscopico programma de “L’Arte di migrare“, con il quale il Comune di Riva del Garda porta – per la prima volta in Trentino il progetto nazionale «A colori è meglio».
FBK-ISR ha curato in particolare la mostra interattiva “Conoscere per sconfinare” costruita con testi, fotografie e video e pensata per favorire la decostruzione di stereotipi e pregiudizi nei confronti di rifugiati, seconde generazioni e migranti di nuova e vecchia data.

«Vedo molto bene questo percorso – ha commentato il Direttore di FBK-ISR Marco Ventura durante la conferenza stampa di presentazione lo scorso 17 marzo – perché risponde ad una domanda effettiva della gente. C’è interesse, sempre di più, per le differenze religiose, che sono in costante e rapida mutazione, e che continuamente ci sollecitano e ci stupiscono, ad esempio con le sentenze di queste settimane, che segnalano grandi movimenti dell’opinione pubblica, solo fino a pochi anni fa inimmaginabili. Viviamo tempi che ci creano sentimenti di immobilità e di paralisi, il sentore di non poter dare risposte alle nuove domande; invece questo progetto lavora, opportunamente, sugli spazi di manovra disponibili, sulle possibilità concrete di fare qualcosa, di andare avanti, di uscire dalla paralisi. Positivo e doveroso, ad esempio, è quanto fa questo progetto con i giovani, ovvero lavorare sui temi del pregiudizio e dello stereotipo».

L’iniziativa “L’Arte di migrare” si inserisce nella XIII Settimana d’Azione contro il Razzismo promosso dall’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e ha lo scopo di favorire la creazione di un contesto sociale e culturale in grado di prevenire fenomeni di discriminazione e intolleranza e promuovere una società più accogliente e capace di confrontarsi con le proprie dinamiche di cambiamento identitario.

 

Il programma propone vari appuntamenti nel corso della settimana e in particolare:

Lunedì 20 marzo, ore 18

Sala civica Craffonara, giardini di Porta Orientale
Conoscere per sconfinare

Inaugurazione della mostra interattiva, durante la quale verranno presentanti i progetti che hanno dato origine alle varie parti della mostra, pensata come un percorso che favorisce la riflessione sul fenomeno migratorio e la valorizzazione della pluralità nelle società contemporanee. Musiche a cura di Scuola Musicale Alto Garda. Con aperitivo multiculturale

 

Dal 21 al 26 marzo

Sala civica Craffonara, giardini di Porta Orientale

Conoscere per sconfinare – mostra interattiva

La mostra propone un percorso per promuovere la riflessione sul fenomeno migratorio, la valorizzazione della diversità.

Orari d’apertura: dal martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 17.30; sabato e domenica dalle 10 alle 18.

 

Martedì 21 marzo, ore 21

Auditorium del Conservatorio Bonporti, largo Marconi 5

Molteplici sguardi su Riva

Presentazione della ricerca “Molteplici sguardi su Riva (Anche da molto lontano ma ormai così vicino) – Percorsi di inserimento e di vita degli immigrati a Riva del Garda”. La curatrice Serena Piovesan (Cinformi) dialoga con Gabriel Echeverria (CFSI). Con l’intervento di testimoni privilegiati e associazioni di immigrati

 

Mercoledì 22 marzo, ore 16.30

Auditorium del Conservatorio Bonporti, largo Marconi 5

Almanya

proiezione del film di Yasemin Samdereli (Germania, 2011, durata 101 minuti)

La proiezione del film sarà accompagnata da racconti autobiografici di testimoni migranti che hanno aderito al progetto “Storie da cinema” promosso dal CFSI.

 

Giovedì 23 marzo (mattina)

Laboratori

con gli studenti e le studentesse delle Scuole secondarie di primo e secondo grado

 

Venerdì 24 marzo, ore 21

Centro sociale del Pernone, via Chiesa Vecchia 17, Varone

Io sono Li

proiezione del film di Andrea Segre (Italia, 2011, durata 100 minuti)

In collaborazione con Pro loco, Gruppo iniziative Varone

 

Sabato 25 marzo, ore 21

Sala della Rocca, piazza Cesare Battisti 5

Donne unite contro l’islamofobia

Performance di Teatro dell’Oppresso

Il momento interattivo porta a riflettere sulle situazioni discriminatorie vissute dalle donne musulmane (in quanto donne, migranti e appartenenti alla religione islamica) e sulle strategie per superarle. Con aperitivo multiculturale

 

Domenica 26 marzo, ore 11

Scuola Musicale Alto Garda, viale Guella 6

Radici. Musiche, voci e memorie dal mondo

Spettacolo musicale con la partecipazione di una rappresentanza internazionale di allievi e docenti della Scuola Musicale Alto Garda. Attraverso un percorso di ricerca di repertori e di letture originali, gli allievi di origine straniera e i docenti della SMAG si esibiranno nel recupero di tradizioni, memorie, storie personali di immigrazioni, pezzi di cultura e testimonianze artistiche del proprio luogo di provenienza, con l’intento di rendere le arti e la musica strumenti di reciproca conoscenza e di avvicinamento tra culture diverse.


Autore/i