Future Built on Knowledge

Premiazione del progetto “Impronte” per favorire l’invecchiamento attivo e l’inclusione

June 1, 2017

Una caccia al tesoro con braccialetti contapassi e una app di geolocalizzazione per nascondere o trovare oggetti reali o virtuali

Comunicato stampa PAT/FBK del 1/6/2017

A condurre il gioco una dozzina di anziani del Centro “Contrada Larga”. Una piccola rivoluzione, portata avanti attraverso il progetto “Impronte“, promosso dalla Fondazione Bruno Kessler e dalla Provincia per promuovere stili di vita sani nella popolazione anziana. 
Giovedì 1 giugno, presso il Centro Servizi anziani “Contrada Larga” di via Belenzani, si è tenuta la premiazione dei partecipanti, con l’assessore alla salute e politiche sociali, Luca Zeni: “L’allungamento della vita e l’invecchiamento della popolazione rappresentano una vittoria della società ma solo se, al contempo, riusciamo a garantire una buona qualità di vita e in salute” – ha commentato l’assessore Zeni nel premiare i partecipanti. Per questo è fondamentale lavorare sugli stili di vita e sulle relazioni. ‘Impronte‘ ha messo in relazione gli anziani, lavorando sulla motivazione, sullo stimolo e anche sul divertimento. Gli anziani, in un mese di sperimentazione, hanno fatto migliaia di passi ogni giorno, si sono abituati a stare insieme e a lavorare in squadra per raggiungere l’obiettivo. Si tratta di un risultato importante, ora vogliamo allargare questa sperimentazione anche ad altre realtà, proprio per rendere consapevoli fette sempre più ampie di cittadinanza, su come sia importante il contesto sociale, la relazione, l’attività fisica e lo stare in buona salute per gli anni che ci aspettano”.
Le due squadre, Lepre e Pié Veloce, in tre settimane di giochi hanno sfondato il muro dei 300 mila passi a persona, complessivamente oltre 3,6 milioni, un risultato davvero notevole. A vincere è stata la squadra Lepre, che ha staccato i Pié Veloce di pochi passi.

Impronte” va a collocarsi nell’ambito di una serie iniziative promosse da FBK (Unità di ricerca eHealth) in collaborazione con il Centro di Competenza sulla Sanità Digitale TrentinoSalute4.0, dell’Assessorato provinciale alla Salute e Solidarietà sociale, per incoraggiare l’invecchiamento attivo. In particolare, il progetto si basa sul geocaching, un’attività di movimento all’aria aperta attraverso l’utilizzo di tecnologie ICT. L’obiettivo è quello di promuovere il benessere fisico, mentale e sociale di un gruppo di persone anziane, nonché di dare loro la possibilità di acquisire e migliorare le loro competenze digitali e di combattere il gap intergenerazionale, grazie anche al coinvolgimento delle generazioni più giovani.

Impronte” ha trovato terreno fertile nel Centro Servizi Anziani “Contrada Larga”, gestito dagli operatori di Kaleidoscopio S.c.s., dove da tempo è stata avviata una serie di attività per coinvolgere gli anziani nell’uso di tecnologie e nella motoria. In questo ambito si collocano i corsi di alfabetizzazione tecnologica, gli incontri di formazione sull’uso dei servizi pubblici online (come TreC e la Biblioteca on line), i corsi di ginnastica dolce, il ballo, i giochi per allenare la mente. Al progetto hanno partecipato una decina di utenti che durante i mesi primaverili hanno prima acquisito le conoscenze necessarie, poi hanno formato le squadre e organizzato le uscite. Il percorso proseguirà anche durante l’estate con il coinvolgimento di alcune scuole interessate.

Qui alcune informazioni: https://progettoimpronte.wordpress.com/ 

 


Autore/i